Accedi al sito
Serve aiuto?

Impianti

Laser a Diodi

Ideale per il trattamento delle lesioni pigmentate e vascolari superficiali grazie al massimo assorbimento per ossiemoglobina e melanina.

I manipoli odontoiatrici permettono al laser di essere usato anche nel distretto orale per le applicazioni chirurgiche sui tessuti molli, l’endodonzia, la paradontologia, l’ipersensibilità, la terapia conservativa e la cosmetica odontoiatrica.

Tutti i trattamenti eseguibili non richiedono l’anestesia e quasi sempre possono essere risolti in tempi brevi.

 

Finalmente posso andare fuori a cena

E' possibile tornare a masticare con i propri denti e ritrovare il gusto di mangiare fuori casa con gli amici e i parenti. Nei casi in cui il paziente sia portatore di una protesi totale o dentiera, si possono valutare tre soluzioni a seconda dell'osso presente:

1 Protesi fissa: se l'osso è sufficientemente presente si possono inserire vari impianti (anche uno per dente) e realizzare un ponte fisso al posto della protesi mobile. In questo modo il paziente non rimuove più i denti, ma è proprio come se avesse ritrovato i suoi elementi naturali.

2 Protesi Toronto: in questo caso la quantità di osso sufficiente si trova solo nella zona anteriore. Si inseriscono meno impianti (6 circa) che sostengono una protesi ancorata a tali supporti. La protesi è sempre fissa e viene rimossa solo dal dentista ai controlli. È leggermente più corta in quanto si ferma ai primi molari. Il risultato masticatorio è molto simile alla precedente. L'igiene e i controlli richiesti sono maggiori.

3 Protesi Overdenture: in questi casi l'osso sufficiente si trova solo nella zona tra i due canini. Si possono inserire 2-4 impianti che sostengono una barra o delle cappe su cui si ancora la protesi mobile. In questo caso il paziente porta sempre una protesi mobile, che però si ancora fortemente ad una struttura fissa. Il paziente può rimuoverla da solo a casa per pulirla.
 

Usare gli ultrasuoni - L'unità Piezosurgery®

Gli ultrasuoni dell'unità Piezosurgery® sono stati specificamente sviluppati per il taglio del tessuto osseo con minimo danneggiamento dei tessuti molli. Le oscillazioni ad altra frequenza comprese tra 24.000 e 36.000 Hz, modulate a bassa frequenza tra 10 e 60 Hz, consentono un taglio efficiente e controllato e migliorano la guarigione dei tessuti.

Le straordinarie caratteristiche dell’originale Mectron PIEZOSURGERY®

  • Taglio micrometrico per la massima precisione chirurgica e sensibilità intraoperatoria
  • Taglio selettivo per ridurre al minimo il danno ai tessuti molli, massimizzando la sicurezza sia per l’operatore che per i suoi pazienti
  • Effetto cavitazionale per la massima visibilità intraoperatoria ed un campo chirurgico esangue